Free Best Quando il Rock divenne musica colta: storia del prog – Entrecielos.co

UN TITOLO DI RIFERIMENTO PER RITUFFARSI NELLE ATMOSFERE PROGRESSIVE DEL ROCK DEGLI ANNI Un saggio sulla musica progressive inglese e non solo degli anniche, traendo spunto dallesperienza personale dellautore, traccia la storia del genere nel suo periodo fulgido Lanalisi del fenomeno parte dai prodromi che hanno determinato le basi su cui il prog si svilupper, per poi passare alle caratteristiche basilari, i migliori dischi, le cause del declino e i nuovi scenariIl testo include un ampio capitolo sulla scena italiana, monografie dettagliate sui gruppi inglesi principali Genesis, Emerson, Lake Palmer, Jethro Tull, Pink Floyd, Van Der Graaf Generator, King Crimson, Gentle Giant, Yes , una vasta discografia per neofiti, quasi duecento note esplicative, traduzioni di alcuni testi o parte di essi, testimonianze, sitografia e bibliografia


8 thoughts on “Quando il Rock divenne musica colta: storia del prog

  1. Smiroldo Smiroldo says:

    Fabio Rossi scrive bene e, pur emergendo chiaramente la sua passione per il genere, riesce ad essere professionale ed equilibrato.Detto ci , mi chiedo che senso possa avere una storia del rock progressivo condensata in circa 150 pagine, per giunta in un epoca in cui, attraverso la Rete, possibile accedere ad una mole impressionante di informazioni relative non solo ai mostri sacri del prog, ma anche e soprattutto alle scene minori.Pu darsi che qualche neofita, incuriosito dal libro, possa scoprire un mondo musicale a lui del tutto sconosciuto Immagino sia questa l intenzione dell autore ed io me lo auguro tuttavia,a me sembrato solo uno sterile elenco di nomi ed album, in alcuni casi a dir poco fondamentali, a malapena citati per oggettivi limiti di spazio.


  2. Cliente parenting-relationships.co Cliente parenting-relationships.co says:

    Che emozione leggere titoli e gruppi che amoscritto benissimo e chiaro da leggere, un capolavoro da avere senza dubbio Ho gi voglia di rileggerlo Elenco di Opere, considerazioni sul Neoprog , ci trovi tutte le informazioni che vorresti sapereLa copertina poisembra di tenere fra le mani i Genesis , e la citazione di Schopenhauer fantastica La musica l essenziale dell uomo, il suo sguardo sul mondo Aggiungo. linfa per l anima


  3. Roberto Gelmi Roberto Gelmi says:

    Da fan di band come Yes, Rush e Dream Theater ho acquistato la versione kindle a prezzo scontato L ho trovata una lettura piacevole, concisa e con mille spunti per scoprire nuovi album finiti nel dimenticatoio Apprezzabile il taglio sociologico dato al prog collegato al rifiuto del Vietnam e in Italia alla sinistra anti DC cos come l attenzione agli artwork e un minimo ai testi Ci sono anche alcune immagini ma potevano dovevano essere di pi e una discografia sintetica tutta da sfogliare Non manca nemmeno un rimando al neo prog citati pure gli Opeth , ma un refuso va corretto subito, i The Flower Kings sono svedesi non messicani quelli sono i Cast


  4. Esposito Roberto Esposito Roberto says:

    Seppur breve l analisi mi sebra pienamente esaustiva.il periodo in cui storicamente viene inquadratoto il fenomeno prog.conicide con la mia adolescenza.Ho avuto la fortuna di assisterea quasi tutti i concerti dei gruppi citati a Roma e non solo.Utile a chi poco conosce questa musica, anche per una logica quetione anagrafica.L elenco fornito una buonissima guida.


  5. Alberto Delogu Alberto Delogu says:

    Fabio Rossi ci introduce al movimento rock progressive con questa guida tascabile essenziale e allo stesso tempo esauriente All autore occorre riconoscere grandi doti di sintesi e grande capacit nel saper descrivere fenomeni culturali complessi attraverso concetti semplici e di immediata comprensione Una lettura davvero gradevole consigliatissima a tutti gli amanti del periodo Rock Anni 70.


  6. Gifrec Gifrec says:

    Si capisce che l autore un appassionato della materia, ma malgrado la scorrevolezza il libro risulta singolarmente privo di informazioni significative per chi gi conosce il genere sembra pi una serie di appunti basati sulla memoria personale, che il frutto di una ricerca originale o di una riflessione innovativa comunque piacevole sentire parlare ancora di quello straordinario periodo musicale, e si apprezza l attenzione, da parte dell autore, a evitare prese di posizione troppo nette pro o contro i vari protagonisti del genere, mantenendosi in qualche modo super partes.


  7. ferrofender ferrofender says:

    agli appassionati di progressive pu interessare scritto bene, senza pretese, dove vengono indicate notizie su molti gruppi di questo genere musicale senza giudizi di merito lasciando poi al lettore la possibilit di approfondire la conoscenza tramite l ascolto della loro musica.contento di averlo letto


  8. Aldo Barbona Aldo Barbona says:

    La musica sempre stata la mia passione, purtroppo soltanto come fruitore.Tutta la musica in generale, dalla lirica all operistica alla leggera.La musica rock diverr in futuro quello che ora consideriamo musica colta