download kindle Il primo dio – Entrecielos.co

Questo libro contiene tutto di mia madre, o almeno dovrebbe, dato che io sono suo figlio Il romanzo la vita proiettata in forma scritta, e io amo il romanzo Mia madre era innamorata del dolore e della pena, come tutti i santi prima di lei Ricordo la sua sofferenza, e questo ricordo una spada, una spada rovente che mi brucia la mente Ricordo che era meravigliosa e questa meraviglia resta con me Tratto da Il primo dioIl primo dio lautobiografia postuma di Emanuel Carnevali, poeta dimenticato, nato nela Firenze e fuggito aanni in America, da un padre dal cuore nero, come egli stesso dir nelle sue memorie Colpito da una malattia nervosa, lencefalite letargica, nelritorn in Italia dove mor l gennaionella Clinica Neurologica di Bologna


9 thoughts on “Il primo dio

  1. Profe78 Profe78 says:

    Un libro che ho letto su suggerimento dell ispiratissimo Emidio Clementi dei Massimo Volume che ha dedicato ad Emanuel Carnevali la prima canzone dell album Lungo i bordi Ho apprezzato molto la prima parte del libro, la scrittura istintiva, l immediatezza e la spontaneit con le quali l autore racconta la sua storia di emigrante Poi il libro diventa il delirio di onnipotenza di uno scrittore che non ha potuto esprimersi come avrebbe voluto, che non stato a suo dire capito Si prova un grande affetto per il buon Emanuel, e non lo si pu che ringraziare per aver provato a lasciare il segno in un mondo che in definita lo ha dimenticato


  2. Stefania Maggio Stefania Maggio says:

    Quando il dolore di vivere si tramuta in capolavoro Un esistenza che racchiude molteplici vite, tutte accomunate da un tormento esistenziale simile al martirio Ascesa e caduta, sanit e follia La nascita di un Dio, l unico Dio.


  3. Acquirente72 Acquirente72 says:

    Libro da leggere tutto d un fiato La vita di Emanuel Carnevali, artista, personalmente, poco conosciuto A seguire, impossibile non voler leggere L ultimo dio di Emidio Clementi.


  4. Cliente hometrainer-tests.de Cliente hometrainer-tests.de says:

    Emanuel Carnevali un autore dimenticato che desta profonde emozioni Un libro commovente da riscoprire e rileggere a distanza di tempo Lettura Consigliata.


  5. Marcella Vigna Marcella Vigna says:

    Libro molto bello e complesso di uno scrittore molto poco conosciuto da noi in Italia, ma che era diventato un caso letterario negli Stati Uniti.


  6. 1911dc 1911dc says:

    Non conoscevo l autore, ma non si pu non rimanerne affascinati ed al tempo stesso non estasiati per lo stile dell autore.


  7. Cliente hometrainer-tests.de Cliente hometrainer-tests.de says:

    mi sento di consigliare vivamente questo libro e la casa editrice a tutti quantisi possono toccare puntualit e bellezza


  8. Mr. Vincenzo Politi Mr. Vincenzo Politi says:

    Emanuel Carnevali il maestro dimenticato che stato superato da tutti gli allievi ingrati o smemorati Anche se Il Primo Dio venne pubblicato postumo nel 1978, il materiale raccontato dall io narrante risale agli anni 20 ed plausibile che il romanzo sia stato scritto intorno a quegli anni Se cos fosse, vorrebbe dire che il nostro Carnevali ha scritto di squallore, povert , follia, delirio ed estasi artistica prima del Voyage di C line, dei Tropici di Miller, delle schizofrenie della Beat Generation, o delle becere atmosfere avvinazzate di Bukowski Peccato che praticamente tutti abbiano superato, in grandezza ed incisivit , l esile racconto di Carnevali Meravigliose descrizioni e lampi di genialit si perdono, purtroppo, in un calderone di nomi che non riescono mai a diventare memorabili personaggi, ma nemmeno macchiette Rimane una lettura molto piacevole, che io ho letto ascoltando le chiacchiere delle Alpi, mentre andavo a riprendermi la mia identit perduta.Emanuel Carnevali t ho dedicato un solo giorno di viaggio, un giorno trascorso in una dimensione che non esiste, ma trascorso dove , dov che vanno a finire tutti quei gironi stato breve, certo, ma anche tu avesti troppa fretta di finire il tuo racconto Ed un dio frettoloso non fa che rinunciare al divino Non preoccuparti io ho rinunciato all umano L importante essersi incontrati Hai viaggiato con me, su quelle cime maestose, imperturbabili, immutabili, splendidamente indifferenti a tutto quello che perdiamo Hai viaggiato con me, come Annibale sul dorso degli elefanti di vento.


  9. hometrainer-tests.de Customer hometrainer-tests.de Customer says:

    Il difficile equilibrio tra grandezza e follia potrebbe essere il sottotitolo del libro Una scrittura a tratti superba cede il passo a momenti di debolezza Cosi come la narrazione, cos come il protagonista Bella lettura.